Come creare un ambiente di test su Ethereum

Perchè serve un ambiente di test per la blockchain

Ethereum è la piattaforma più utilizzata per lo sviluppo di dApps per il web 3.0.

Come per i programmi e le app per cellulari, anche gli smart contract e le dApps hanno bisogno di essere testati e riprovati più volte per verificare che non ci siano errori nel codice o, peggio ancora, perdita di ETH o token per gli utenti.

La blockchain di Ethereum, come tutte le altre blockchain, è però immutabile. Se il tuo smart contract dovessere avere qualche errore di programmazione o dovessi sbagliare una transazione, non potrai più cambiare il codice una volta pubblicato sulla main net , nè modificare la transazione.

Per evitare di perdere preziosi ETH, esistono degli strumenti che ti permettono di provare e riprovare quante volte vuoi transazioni e smart contract, creando una vera blockchain di ethereum per l’attività di testing e debug.

Ponte verso la blockchain

Il primo strumento che ti serve è un applicazione che ti permetta di collegarti alla rete ethereum e scriverci i tuoi smart contract. Ci sono diverse applicazioni, ma Metamask consente di accedere al network senza dover creare un nodo.

Al primo avvio ti chiede di creare un wallet. Sarà necessario annotarsi le chiavi private e la password. Pur scaricandolo per fare test, ti sarà utile anche per “deployare” i tuoi smart contract sulla rete reale di ethereum e gli Ether contenuti nel tuo wallet saranno usati per pagare il gas per l’esecuzione delle transazioni e dei contratti

Dalla schermata puoi scegliere a quale rete collegarti ed è qui che puoi scegliere tra rete reale, rete di test o rete di test locale. Per  l’ambiente di test online hai diverse alternative, ma Ropsten è quello che riproduce un ambiente di test simile al network reale.

metamask network

Ottenere Ether gratuiti

Su tutte le reti di prova puoi ottenere degli Ether gratuiti per effettuare i test. Ovviamente anche gli ether sono…di test!

Per richiederli bisogna prima collegarsi alla rete di test. Successivamente basta cliccare su deposit e poi sul pulsante Get Ether nella sezione “Test faucet”.

deposit ether

A questo punto si aprirà una pagina dove potrai richiedere gli ether di test che verranno inviati al tuo wallet.

Usare l’ambiente di test

Rimanendo collegato alla rete di test, il wallet userà gli ether virtuali.

Tutte le transazioni e i smart contract che andrai a creare saranno registrati sulla blockchain di test.

Saranno visibili con etherscan, di cui esiste anche la versione collegata alla rete di prova. Infatti l’indirizzo non sarà il solito etherscan.io ma  https://ropsten.etherscan.io che ha le stesse funzionalità della versione collegata alla main net.

Dove installare metamask?

Metamask è disponibile come plugin per browser Chrome, Firefox e Opera.

Non poteva mancare il supporto per il browser Brave, il primo browser basato su blockchain. Questo browser è molto privacy oriented e utilizza un proprio token per farsi pagare le fee dagli inserzionisti. Parte di questi incassi vengono poi condivisi con gli utenti che avranno scelto di vedere le inserzioni.

Metamask sarà dunque un plugin e sarà attivabile cliccando sull’icona con la volpe rossa di fianco alla barra di ricerca.

Se non hai ancora Brave, puoi scaricarlo da questo link e avrai in omaggio 5 € che saranno erogati in BAT, il suo token nativo. Li potrai usare solo per donarli ai progetti che ti piacciono.

Di Brave contro Google ne parleremo in maniera più approfondita al prossimo evento di Blockchain for Business!

Torna su