Che si tratti di ICO, IEO o STO, un’emissione di token è uno dei compiti più laboriosi nel settore della Blockchain, specialmente se si punta a obiettivi di grande successo. Oltre alle innumerevoli ore di pianificazione strategica e le infinite riunioni di marketing, il team del progetto deve aver compilato con molta cura ogni parte del proprio Business Plan. Forse, il punto più cruciale del Plan è proprio la “Tokenomics”, abbreviazione di Token Economics.

Cos’è la Tokenomics

La Token Economics è la descrizione dei dettagli e delle dinamiche dell’allocazione dei token. E’ specialmente importante se si tratta di token di tipo “utility”, che svolgono la particolare funzione di modificare o incentivare comportamenti specifici, creando così comunità fortemente unite dalla comune volontà di inserire una nuova e in prospettiva preziosa cripto-risorsa nel mercato. Tutto ciò che influisce sul valore di tale asset crittografico ricade sotto l’etichetta di Token Economics. In parole semplici, la Tokenomics è l’analisi e la descrizione del design e della funzione dell’intero ecosistema costituito dal token di nuova emissione.

Il ruolo della pressione normativa

Sicuramente, ultimamente c’è stata un’enorme quantità di progetti che hanno promosso “idee innovative”, specialmente durante il boom delle ICO. Tra quelli che hanno effettivamente raccolto il capitale necessario, un numero spaventosamente alto ha poi immesso sul mercato una moneta del tutto deludente. Hanno contribuito così a rovinare la reputazione dei token e delle ICO, ormai declassate a truffa e hanno lasciato il posto a IEO e STO.

Questo è in parte il motivo per cui paesi come gli Stati Uniti, la Corea del Sud, la Cina e l’India hanno già provveduto a restringere fortemente il mercato delle criptovalute.

In effetti, i fatti dimostrano un notevole aumento della pressione normativa, ora non solo in merito alle ICO, ma anche a IEO e STO. Le buone vecchie capacità di marketing del team e dei suoi consulenti non bastano più per avere successo; i progetti devono necessariamente anche mostrare coerenza e capacità di generare sostanziale valore in futuro.

Soprattutto ora, in un ambiente così difficile, è fondamentale per le startup basate su tecnologia Blockchain calcolare in maniera impeccabile i dati della Tokenomics. Non si tratta più solo, quindi, di concentrarsi sulle operazioni interne della tecnologia e dei protocolli che si nascondono dietro il token (cosiddetto “ledger layer”). Particolare attenzione deve essere posta anche sulla forza attrattiva del token stesso agli occhi dei potenziali investitori, che ormai non sono più così naïve come un tempo (cosiddetto “market layer”).

Il token deve agire come un’interfaccia perfetta. L’intero ecosistema deve assomigliare a un’armoniosa struttura architettonica: appunto, il prodotto di un “Token Model Architect” molto esperto.

Le fasi della Token Economics

La Token Economics è generalmente composta da cinque aree di analisi:

  • meccanismo di consenso;
  • design e funzione del token;
  • analisi della penetrazione del mercato;
  • analisi dell’offerta e della domanda;
  • distribuzione del token.

L’assunto di base nel modello del token è che le persone agiscano sulla base di incentivi per lo più finanziari. Questi sono rappresentati dai token stessi, utilizzati per motivare i membri della rete a comportarsi a vantaggio della comunità intera e al contempo nel proprio interesse.

Questo ruolo chiave del token deve essere definito con precisione e controllato continuamente. Questo serve per prevenire che eventuali shock esterni imprevisti non scuotano troppo la struttura del modello.

Insomma, la Blockchain non è solo uno strumento tecnico, poiché implica una logica completamente nuova per l’espletamento delle operazioni commerciali. Risulta quindi necessario un diverso insieme di regole che possano guidare l’espressione del potenziale dirompente di questa tecnologia nel business.

L’insieme di principi, regole e metodologie che devono essere messi in atto per rendere possibile un utilizzo sostenibile ed efficiente della Blockchain, nonché il funzionamento della cosiddetta economia decentralizzata, è proprio tutto ciò che noi chiamiamo Token Economics.

Se vuoi saperne di più sulla Token Economics, il 5 luglio a Milano terrò uno speech al meeting Blockchain for Business. Potrai farmi domande e capirne di più sulla progettazione di un token model.

Trovi il programma e i biglietti cliccando sul bottone qui sotto!